Archivi tag: idiozia

Apologia del dubbio

Una delle mie vanterie è quella di avere una mente razionale; o meglio mi sforzo di affrontare razionalmente le situazioni che incontro. La tipica conclusione della gente quando lo dico è che quindi io sia netto e preciso nel prendere decisioni e che le segua con incrollabile vigore una volta prese. Beh, vi state sbagliando di grosso. Per di più ho piene le scatole di questi geniacci farciti di fede incrollabile nella loro ideologia o, peggio, in sé stessi e nelle loro capacità; non hanno nessun dubbio, loro, tirano dritto.
Posso quasi quasi capire quelli che simulano questo atteggiamento per abbindolare le ragazze stupide (1), affascinate dall’uomo forte e puntualmente da questo bidonate. Quelli che invece davvero non hanno mai dubbi sono esattamente l’antitesi della razionalità, questi sono un danno per sé (mai abbastanza) e per la società. Il ragionamento che mi porta a questa conclusione è molto semplice, eppure è precluso ai più: chiunque abbia un atteggiamento abbastanza razionale non può non cogliere la complessità del mondo e, con essa, l’assenza di qualsiasi Verità Assoluta(TM) (2). Da qui ad un atteggiamento perlomeno umile nell’approcciarsi al mondo, il passo è breve. Cosicchè il dubbio perde la sua tipica accezione negativa e diventa uno strumento per approcciare il mondo: prudenza e curiosità. Una volta preso atto dell’aleatorietà della vita, senza quindi fuggire nascondendosi dietro a dogmi facendo finta che non esista, solo dubitando del proprio punto di vista se ne possono prendere in considerazione altri e scegliere quindi il migliore.
La conseguenza diretta di questo, però, è che i fessi di cui sopra scambiano per pavido chiunque non sia fesso nel modo in cui lo sono loro. Non è il caso di preoccuparsene troppo e lasciar fare al buon vecchio Darwin il suo lavoro, in questi casi.
Abbiamo, invece, un problema nel caso in cui una di queste persone possieda effettivamente delle grandi capacità, accompagnate quindi ad un ego smisurato. Queste persone diventano tipicamente dei leader perché hanno abbastanza capacità per competere in bravura ed abbastanza autostima per imporsi agli imbecilli.
In effetti, non penso che il potere dia alla testa. Penso invece che siano proprio i requisiti per ottenerlo a portare inevitabilmente alla megalomania il leader.

(1) non ho compassione di voi: siete stupide e quindi meritate il trattamento
(2) curioso notare l’enormità di volte in cui questo marchio è stato registrato

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: