Archivi del mese: maggio 2007

iPod senza iTunes!

Due giorni fa, ovvero il 29, (il mio compleanno!) mi e’ stato regalato un iPod Shuffle verde. Questo lettore ha pregi e difetti, magari gli riserverò una recensione in un altro post, ma sicuramente il difetto più grosso e’ la dipendenza da iTunes!

ipodcornice2.jpg

Il Problema

Diciamo le cose come stanno: iTunes e’ un buon software. Nella media come utilizzo della memoria, buona gestione delle playlist e buona funzione shuffle (non ha il cattivo vizio di farmi ascoltare sempre le stesse canzoni). Le rare volte che utilizzo Windows ascolto la mia musica proprio con iTunes; purtroppo Apple rilascia il programma solo per Win e OSX quindi mi trovo a dover cercare un’alternativa sotto Linux.

In effetti anche se iTunes esistesse per Linux non lo userei: stona totalmente con il mio desktop e inoltre la gestione che fa dell’iPod non mi piace per nulla e qui veniamo al dunque. iTunes divide la memoria disponibile in due parti: dati e musica; in questo modo bisogna decidere a priori quanto spazio riservare per l’una e per l’altra! Inoltre le canzoni aggiunte vengono rinominate e distribuite in modo strano tra le cartelle.. insomma non fa assolutamente per me.

La Soluzione

Fortunatamente esiste un modo per caricare il nostro iPod con il caro vecchio copia ed incolla! L’ostacolo a questa pratica e’ il fatto che il lettore necessita dell’aggiornamento di un database per poter ‘vedere’ le canzoni memorizzate ed e’ questa una funzione normalmente svolta da iTunes.

E’ pero’ possibile scavalcare questa limitazione utilizzando uno script in python da scaricare a questo indirizzo. Il suo utilizzo e’ molto semplice: innanzitutto bisogna, tramite iTunes, adibire tutto lo spazio alla memorizzazione dei dati e poi copiare il file rebuild_db.py nella cartella principale dell’iPod.

A questo punto il gioco e’ fatto, si puo’ caricare il lettore copiando i files e suddividerli in cartelle come preferiamo. Subito dopo va eseguito rebuild_db.py (basta associare l’eseguibile python a questo tipo di file) che aggiornerà’ il database e creerà un file di testo con il log delle operazioni appena compiute.

Eccoci quindi svincolati da iTunes! Lo script inoltre preserva la disposizione in cartelle e non rinomina i files. Il tutto funziona anche sotto Windows, a patto di installare l’interprete python come descritto qui.

Buon ascolto!

Pagina del progetto.

Nota 1: Utilizzando in questo modo l’iPod bisogna sempre impedire a iTunes di sincronizzare il database: pena la cancellazione di tutte le canzoni.

Nota 2: Ho testato il procedimento solo su un iPod Shuffle seconda generazione. Potrebbe funzionare anche su altre versioni di iPod.. se provate fatemi sapere!

ps.: Grazie Gianpaolo!


numero

Numero..l’astrazione usata per descrivere la quantità. I guai iniziano quando il numero comincia ad assumere un ulteriore significato, quando lo associ a periodi o persone. Allora si che non c’è’ scampo, altro che astrazione, diventa un percorso mentale. Ci si discosta dal concetto di numero e si va a finire nella giungla paludosa dei ricordi, in pieno stile “Ricerca del tempo perduto”.
Ma in fondo e’ solo un numero.. posso scriverlo 1D oppure 11101 o anche 29, seghe da nerd..

ps: e’ il post peggiore che abbia mai scritto lo so, ma e’ segno che sto bene


C’è chi dice no (parte II)

Ricambio il favore al Vasco per aver utilizzato un suo titolo in qualcosa di mio, mettendo il suo testo..

 C’è qualcosa che non va
In questo cielo
C’è qualcuno che non sa
Più che ore sono
C’è chi dice qua, c’è chi dice la
Io non mi muovo
C’è chi dice la, c’è chi dice qua
Io non ci sono
Tanta gente è convinta che ci sia nell’aldilà
Qualche cosa chissà
Quanta gente comunque ci sarà
Che si accontenterà

C’è qualcuno che non sa
Più cosa è un uomo
C’è qualcuno che non ha
Rispetto per nessuno
C’è chi dice no, c’è chi dice no
Io non ci sono
C’è chi dice no, c’è chi dice no
Io non mi muovo
Tanta gente è convinta che ci sia nell”aldilà
Chissà cosa e chissà
Quanta gente comunque ci sarà
Che si accontenterà

C’è chi dice no, c’è chi dice no
Io non mi muovo
C’è chi dice no, c’è chi dice no
Io non ci sono
C’è chi dice no, c’è chi dice no
Io non ci credo
C’è chi dice no, c’è chi dice no
Io sono un uomo
C’è chi dice no, c’è chi dice no

30 dic 06


c’è chi dice no

Io propositi per l’anno nuovo non ne faccio. La divisione del tempo in anni, mesi, giorni, ore, minuti, secondi, decimi, millesimi, microsecondi, nanosecondi, picosecondi, femtosecondi, attosecondi, zeptosecondi e yoptosecondi è puramente funzionale alle azioni umane ma è assolutamente inesistente. Io non avverto un distacco netto tra un’ora e l’altra nè tra un minuto e l’altro. A volte lo avverto tra un giorno e l’altro ma solo perchè dormo e in quanto in stato di incoscienza percepisco un intervallo.

Ma perchè dovrei avvertire n distacco tra un anno e l’altro? Alla mezzanotte di quel giorno, cosa sarà cambiato rispetto a qualche secondo prima a parte il numeretto sul calendario? Un bel nulla di niente. Ed ecco perchè io non faccio propositi. Se mi andrà di farne li farò nel giorno in cui mi andrà. Ma non il 31 Dicembre. Che cambia tra questo giorno e, ad esempio, il 29 Settembre (seduto in quel caffè)?

Il Tempo è un flusso continuo, la divisione è solamente immaginaria. A pensarci bene non esiste nemmeno il Tempo: cosa sarebbe in effetti il tempo? La quarta dimensione nella quale ci muoviamo? Ma le tre dimensioni non sono un’astrazione? Ebbene anche la quarta lo è.

Il Tempo non esiste.

29 dic 06


Tedio

Io sono banale. Sono retrogrado e rompipalle. Sono pignolo e impuntato. Sono tutto ciò, quindi posso lamentarmi di una cosa che mina la mia stabilità mentale già di per sè precaria: io odio chi scrive K invece di CH, io odio chi scrive XCHE’ al posto di PERCHE’ e impazzisco se scrivono direttamente X’. Dico: ma sarà così faticoso scrivere per esteso queste semplici paroline?

Posso capire negli sms: sei tirchio (e ti sento molto vicino a me in questo), hai tanto da dire ma vuoi rimanere nei 160 caratteri perchè stai già pagando una cifra terrificante per un paio di schifosissimi bit e non vuoi sforare. Va bene, ti odio ma ti tollero. Ma su msn no! Non hai scuse!

L’apoteosi dell’odio poi si raggiunge nei forum. La non c’è nemmeno l’attenuante di dover scrivere in fretta: sei tu, il tuo neurone e la tastiera!

Io, poi,  ci metto più tempo a scrivere K invece che CH perchè il K devo andarlo a guardare mentre il CH le mie dita sanno dov’è e ci vanno da sole..

 

Altra cosa che il mio bigottismo informatico-letterario mi impedisce di accettare: le stramaledettissime, odiose, invadenti e confusionarie lettere animate in msn! Ovvero tu scrivi una bella O e invece ti esce fuori un tondino saltellante con tanto di occhi e bocca… Oppure punti interrogativi tigrati, F ammiccanti, K (sempre odiate) piangenti.. Insomma certa gente ha l’intero alfabeto, tanto che quando li leggi ci stai un pò prima di riconoscere le lettere. Ma fin qui nulla di tragico, la sofferenza vera inizia quando questi geni dello scrivere associano piccole parole ad una certa immagine, senza avere l’accortezza di farli precedere dai due punti per decidere quando farli uscire.

E invece no! Quello ti scrive CASPITA e al posto di ASP c’è un idiota che mi ammonisce. Oppure ti scrive LETTONIA e al posto di LETTO c’è un maledetto che dorme beato. Ecco tutto questo mi impedisce di capire che diavolo cercate di dirmi, mi innervosisce, mi indispone e tutto ciò per i motivi che indicavo all’inizio. Si, sono un essere spregevole.

 

29 dic 06


…..

Se c’è soluzione perchè sei triste? Se non c’è soluzione perchè sei triste?

19 dic 06


Ingegneria..

Si sta come, d’autunno, sugli alberi, le foglie.

13 dic 06


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: